Smettere di fumare e asma bronchiale

Oggi è con noi la Dott.ssa Fabiola Pasotti.
Ricordiamo che tutti medici del Polo Sanitario dell'Opera di Santa Teresa sono a vostra disposizione. Per qualsiasi domanda potete contattarci su facebook o compilare il modulo qui sotto.

Che cos’è l’asma bronchiale?

L’asma bronchiale è una delle malattie più diffuse al mondo e nei bambini rappresenta la malattia più frequente. La prevalenza dell’asma in Italia è del 3,5% negli adulti e del 10% nei bambini tra i 6 e i 14 anni.

Quali sono i sintomi dell’asma bronchiale?

È caratterizzata da una sindrome clinica con episodi ricorrenti di dispnea (fatica a respirare), respiro sibilante, tosse prevalentemente secca e senso di costrizione toracica.

Quali sono i fattori di rischio?

Oltre alle allergie, i fattori di rischio più comuni sono: lo sforzo fisico, l’esposizione a fattori climatici come l’aria fredda, la nebbia, gli inquinanti ambientali, il fumo passivo.

Come viene diagnosticata l’asma bronchiale?

Il sospetto clinico di asma deve sempre essere confermato dalla dimostrazione di un’ostruzione bronchiale reversibile dopo broncodilatazione variabile nel tempo o da un’ipereattività bronchiale aspecifica.

Quali strumenti si utilizzano per la diagnosi?

La spirometria, principale strumento per studiare polmoni e bronchi e valutare la funzionalità polmonare, è cruciale per determinare l’ostruzione al flusso aereo, monitorare la risposta alla terapia e l’andamento della malattia.

Che cos’è la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)?

La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è una patologia causata da sintomi respiratori cronici: dispnea da sforzo o da riposo, tosse cronica accompagnata o meno da espettorato e respiro sibilante che possono in modo ricorrente riacutizzarsi. Viene diagnosticata con la spirometria e la storia clinica del paziente.

Da che cosa è causata la BPCO?

Nella maggior parte dei casi è provocata dal fumo di sigaretta. Esistono tuttavia altri fattori di rischio tra i quali l’inquinamento domestico, l’esposizione professionale e l’inquinamento degli ambienti esterni.

Con quali sintomi viene diagnosticata la BPCO?

Sintomi respiratori cronici, ostruzione bronchiale persistente, presenza di fattori di rischio (fumo di sigaretta, deficit α1-antitripsina ecc.…). Attraverso la spirometria sarà evidente un’ostruzione bronchiale non reversibile dopo la broncodilatazione.

Come avviene la terapia per smettere di fumare?

La terapia consiste in una parte farmacologica ed in una non farmacologica.
È nato un farmaco non nicotinico, che agisce e satura lo stesso recettore su cui agisce la nicotina alleviando la sintomatologia di astinenza acuta ed i sintomi legati al desiderio di fumare e blocca gli effetti della nicotina. Tale farmaco è indicato per smettere di fumare in alternativa ai cerotti utilizzati nella terapia di rimpiazzo della nicotina

Come viene curata la gestualità del fumatore?

I farmaci non sono miracolosi e diventano basilari la motivazione e la forza di volontà. Si aiuta il paziente con consigli pratici per come affrontare e gestire al meglio il suo percorso per smettere di fumare.


Data pubblicazione: 15/11/2016

Prenotazioni e Informazioni

E' possibile prenotare i servizi del Polo Sanitario Opera di Santa Teresa sia tramite CALL CENTER al numero 0544.38513 o tramite modulo web attivo tutti i giorni e a tutte le ore.


INFO E PRENOTA ONLINE
Compila
APERTO TUTTI GIORNI
24 ORE SU 24
CALL CENTER
0544.38513
Lunedì - Venerdì 7.30-19.30
Sabato 7.30-13.00

News

Offerte