Dietista, nutrizionista - Si fa chiarezza - Polo Sanitario Opera Santa Teresa - Centro Medico Ravenna

Dietista, nutrizionista - Si fa chiarezza

22.07.2019

Nonostante l’ANDID (Associazione Nazionale Dietisti) avesse a suo tempo prodotto un opuscolo nel quale si spiegava la differenza tra la “professione” del dietista ed il “termine” nutrizionista, si è continuato ad usare impropriamente il sostantivo nutrizionista. Questo ha creato negli anni molta confusione e contribuito ad illudere le persone, che avendo necessità di una dieta terapeutica o di educazione alimentare, si rivolgevano al ”nutrizionista” senza sapere che curriculum di studi avesse seguito e che titolo abilitante avesse raggiunto.

Con l’istituzione dell’Ordine TSRM/PSTRP ( Tecnici Sanitari di Radiologia Medica/ Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e Prevenzione) nel marzo del 2018 finalmente si può fare un poco di chiarezza e combattere l’abusivismo dilagante proprio nel campo della Dietetica e della Nutrizione.

Il presidente della Federazione dell’Ordine TSRM/PSTRP e l’Associazione Nazionale dei Dietisti hanno fatto chiarezza rilasciando questa intervista al QUOTIDIANO SANITA’ in data 2 luglio 2019. Leggiamone alcuni passaggi fondamentali:
Il dottore ha detto che devo mettermi a dieta”. Da chi devo andare? Dal dietista o dal nutrizionista? Nominativi simili ma che spesso creano confusione in chi si avvicina alle diete. Ma chi sono queste figure e quali sono le vere competenze?"… La Federazione nazionale degli Ordini dei Tsrm e delle Pstrp, ossia la Federazione del nuovo Maxi ordine dei Tecnici sanitari di radiologia medica ed assistenti sanitari, con l’aiuto dell’Associazione nazionale Dietisti (Andid) ha voluto fare chiarezza mettendo nero su bianco chi sono e cosa fanno i dietisti, professionista sanitario laureato (SNT/3), il cui profilo professionale è stato normato col D, 744/94…

Ma vediamo chi è il dietista:

· è competente per tutte le attività finalizzate alla corretta applicazione dell’alimentazione e della nutrizione;

· organizza e coordina le attività specifiche relative all’alimentazione in generale e alla dietetica in particolare;

· svolge la propria attività professionale in ambito pubblico o privato;

· elabora, formula ed attua le diete prescritte dal medico e ne controlla l’accettabilità da parte del paziente.

· collabora con altre figure al trattamento multidisciplinare dei disturbi del comportamento alimentare

· studia ed elabora la composizione di razioni alimentari atte a soddisfare i bisogni nutrizionali di gruppi di popolazione e pianifica l’organizzazione dei servizi di alimentazione di comunità di sani e di malati.

Nello specifico, sottolinea la federazione, il Dietista lavora in autonomia, prestando la propria opera sia in ambito pubblico, nel Ssn, che in quello privato, sia in regime di lavoro dipendente che libero professionale. Anche sull’aggettivo nutrizionista, che spesso viene fatto seguire alla qualifica professionale di medico, biologo, ecc…, occorre far chiarezza: non esiste nessuna norma dello Stato che riconosce il nutrizionista quale professione sanitaria a sé stante. A livello internazionale, come affermato sia da Icda (International Confederation of Dietetics Associations) che da Efad (European Federations of Associations of Dietetics Associations) si concorda sul fatto che “tutti i Dietisti sono nutrizionisti, mentre non tutti i nutrizionisti sono Dietisti”… A livello europeo Efad ha così definito il Dietista: “Una persona con una qualifica legalmente riconosciuta in nutrizione e dietetica che applica la scienza della nutrizione all'alimentazione e all'educazione di gruppi di persone e di individui sia in stato di salute, sia di malattia”… “Possiamo affermare – sottolinea la Federazione – che il dietista, ai sensi di legge, per formazione e abilitazione, è l’unico professionista sanitario autorizzato ad attuare l’assistenza nutrizionale in tutte sue fasi: valutazione, diagnosi, intervento, monitoraggio e rivalutazione”… 

È importante sapere che il corso di laurea triennale in dietistica continua a essere il percorso di studi più completo in ambito di nutrizione e dietetica, essendo anche l’unico, nel suo ambito, che prevede almeno 3000 ore di tirocinio formativo, e che non può pertanto essere ritenuto meno importante di quello fatto da altri professionisti con laurea magistrale, sia perché tutti i professionisti sanitari, Dietista compreso, possono essere in possesso anche della laurea magistrale specifica della propria area (nel caso del Dietista LM - SNT3), sia perché le competenze del professionista si valutano sui contenuti dei piani didattici e sugli obiettivi formativi dei corsi di laurea, e non soltanto in base alla loro durata.
Come si può desumere dall’ intervista è molto importante che si faccia davvero chiarezza a favore dell’ utente, che spesso vaga da una figura all’ altra senza capire che cosa fare ed acquisendo solo ulteriore confusione in campo alimentare. La Dietetica e la Nutrizione sono due ambiti molto delicati e vanno trattati da professionisti preparati e consapevoli per evitare danni alla salute.

Dott.ssa Gabriella Pasini